Genova G8. Quasi 13 anni dopo

GenovaG8Questa sera a Spazio Durango si terrà un incontro sul G8 di Genova. Ma dopo così tanti anni ha ancora senso parlarne?
Per chi è della mia generazione – 18, 20 anni – Genova ha rappresentato da una parte un’utopia, di quelle bellissime utopie per cui vale la pena impegnarsi e lottare, mentre dall’altra un risveglio brusco, uno schiaffo in faccia di una realtà che non accetta di farsi cambiare.
Si parlava di liberazione, democrazia, partecipazione. Si chiedeva un mondo senza più frontiere, un’eguaglianza di tutti gli esseri presenti sul pianeta. Ci si opponeva alla strapotenza di 8 persone, autodesignatesi padrone del mondo, con tutte le strutture con cui erano legate a doppio filo (Banca Mondiale, Fondo Monetario Internazionale, WTO, etc…).
UN ALTRO MONDO E’ POSSIBILE.
La repressione, la violenza, le torture, le sopraffazioni con cui lo Stato ha risposto ha voluto significare che no, un altro mondo non è e non sarà possibile. Oltre le cicatrici, le ferite – fisiche e psicologiche – lasciate sui corpi e nelle anime di chi a Genova in quei giorni era, quella realtà così brutale ha portato molti a disimpegnarsi, a spegnere quelle utopie. Ci ha portato ad un lento reflusso, ad un ritorno nelle case o nelle nostre sedi (per chi ha deciso di continuare ad impegnarsi), arrestato solo – momentaneamente – dal movimento contro la guerra.
A Genova io non c’ero. Ancora minorenne mi fu impedito di andare.
Ricordo però i discorsi di quei giorni. Ricordo le speranze. Ricordo la rabbia e l’impotenza. Per me Genova ha significato volermi impegnare. Non cedere a quell’impotenza e trasformare la rabbia in una militanza serrata. Dopo quasi 13 anni questo è ciò che mi resta. Insieme all’utopia di quell’altro mondo possibile in cui credo e per cui lotto ancora.

Annunci

Informazioni su andrij83

Complesso, incantevole, difficile. Ma anche autoritario, arrogante, cinico, megalomane tendente all'egocentrico e un po' stronzo.
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...