Le rivolte negli Stati Uniti ci indicano la luna, non guardiamo il dito

Chi in questi giorni delle rivolte americane, partite dall’uccisione di George Floyd, guarda solo i negozi distrutti, le auto o alcuni edifici bruciati, sta guardando il dito, mentre queste proteste – e anche questa esplosione di rabbia – ci stanno indicando la luna.

E allora proviamo a guardare la luna.

Tra ieri e oggi facebook mi ha ricordato due post che avevo condiviso qualche anno fa e che riguardavano due fatti di cronaca, accaduti negli Stati Uniti, con vittime persone nere.
Uno è questo: “William Chapman: unarmed 18-year-old shot dead by officer who killed before”. La notizia la condivise il Guardian che per due anni ebbe un progetto investigativo chiamato “the counted“, con il quale teneva il conto delle persone uccise in America dalla polizia, oltre 1.000 ogni anno nei due anni del progetto, dal quale risultò che se sei un nero, maschio, tra i 15 e i 34 anni, hai nove volte in più la possibilità di essere ucciso dalla polizia.
L’altro fatto che facebook mi ha ricordato oggi fu denunciato dall’America Civil Liberties Union. Era questo: A Minneapolis police officer told Faysal, “I’ll break your leg before you get a chance to run.” He was 17.
Minneapolis, la stessa città dove è stato ucciso George Floyd e dove, sempre secondo l’Aclu, un nero ha 13 volte in più di possibilità di essere ucciso dalla polizia.

Durante la pandemia di coronavirus delle ultime settimane i neri sono stati quelli che hanno pagato il prezzo più alto. Pur rappresentando solamente il 27% dei residenti di Milwaukee contavano la metà dei contagiati e l’81% dei morti. E a livello nazionale, pressoché ovunque, i dati erano così.

Insomma, se nel 2020 sei nero, negli Stati Uniti, è più facile che tu sia povero ed escluso socialmente, è più facile che tu non possa curarti non avendo accesso al costosissimo sistema sanitario, è più facile che te venga ucciso dalle forze di polizia.

Quando guardiamo le proteste negli Stati Uniti, dunque, evitiamo di giudicare da buon borghesi e cerchiamo di guardare e di capire fino in fondo (per dirla con De Andrè) da dove nasce quel fiume di rabbia che si riversa nelle strade e contro le cose che la maggior parte dei neri non avranno mai in vita loro.

E’ da stupidi fermarsi al dito quando c’è da guardare la luna.

 

Informazioni su andrij83

Complesso, incantevole, difficile. Ma anche autoritario, arrogante, cinico, megalomane tendente all'egocentrico e un po' stronzo.
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...