Morte e vita di Bobby Z. Don Winslow

978880621265GRADon Winslow è ormai un marchio di fabbrica, culturale si intende! Lo riconosci da alcune cose: leggi la prima pagina e sei già catapultato nella storia; la scrittura scorre lineare, veloce, grazie all’utilizzo dei brevi capitoli e i continui salti; le battute di pura cinica ironia; i lieti fini, non lieti per tutti, ma i romanzi sono sempre tra noir, pulp, hard boiled, thriller, e qualcuno deve pur finire male!

Anche in “Morte e vita di Bobby Z” c’è tutto questo. Pubblicato nel 1997 in America è arrivato solo poche settimane fa in Italia. Il tema è quello che ha reso fama e fortuna a Don Winslow e che si può riassumere così: California, Messico, droga, Dea, surf, leggenda. La leggenda è Bobby Z di cui non si sa più nulla. O meglio, si sa che è morto in Thailandia per colpa di un attacco di cuore. Ma Don Huertero, boss del narcotraffico, lo vuole per scambiarlo con un agente della Dea catturato. La soluzione è semplice. Bobby Z ha un sosia: Tim Kearney, ladruncolo sfigato ed eterno perdente, capace di essere arrestato dopo aver rapinato una casa perché, durante la fuga, inciampato su un irrigatore. Tra le sue tante cazzate Tim ne ha fatta una ancora più grossa: uccidere un Hell’s Angel in carcere. Inoltre Tim ha commesso tre reati gravi (furti per lo più) e questo, in America, trasforma la pena in ergastolo. Per cui, quando l’agente della Dea Tad Grusza gli propone di diventare il leggendario Bobby Z e finire forse ammazzato da Don Huertero o rimanere lo sfigato Tim Kearney e finire all’ergastolo e sicuramente ammazzato dagli Hell’s Angel Tim, che è un fallito ma non uno stupido, accetta la proposta.

Solo che indossati i panni di Bobby Z, Tim Kearney non è più lo sfigato, fallito e perdente di un tempo. E così i piani non vanno proprio come Grusza, Don Huertero e gli Hell’s Angel pensano. Le vite di Bobby Z e Tim si fondono, si intrecciano, fino al lieto finale, dove non mancano di certo i colpi di scena. Lieto finale, come si diceva, non per tutti. Infatti capita che dietro di se Tim, pardon Bobby, si lasci una scia di morti e di sangue, resuscitando ogni volta tornando dalla morte alla vita, fino a ritrovarsi a navigare verso l’oceano pacifico, su una barca, con una donna bellissima, un bambino, un pazzo e un mucchio di soldi.

Guardando le cose in prospettiva questo libro può essere inteso come una prova generale per “il potere del cane”, noir di spessore assoluto e vero e proprio capolavoro, tanto di Don Winslow, quanto della letteratura di genere. Inoltre, va detto anche che, così come è stato per “la lingua del fuoco”, altro suo romanzo uscito con colpevole ritardo in Italia, lo scrittore americano sembrava dare il meglio di sé con i vecchi romanzi, rispetto a quanto non accaduto con gli ultimi “le belve” e  “i re del mondo”, troppo proiettati verso una trasposizione cinematografica per convincere del tutto.
Resta la convinzione di trovarsi di fronte ad uno dei più grandi scrittori noir di sempre. Profondamente americano nel modo di scrivere, ma senza quei peccati originali di lunghezza e spesso inutili descrizioni cui la lettura di oltreoceano ci ha spesso abituato. Se avete letto gli altri suoi romanzi, non potetevi far di certo mancare questo. Se non avete letto nulla, sappiate di essere in difetto. Ma avete tempo e modo di rimediare.

Morte e vita di Bobby Z, Don Winslow, Einaudi, € 18 pp. 291

Annunci

Informazioni su andrij83

Complesso, incantevole, difficile. Ma anche autoritario, arrogante, cinico, megalomane tendente all'egocentrico e un po' stronzo.
Questa voce è stata pubblicata in books, recensioni e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Morte e vita di Bobby Z. Don Winslow

  1. wwayne ha detto:

    Pure io ho scritto un post che parla (anche) di Don Winslow: http://wwayne.wordpress.com/2013/04/27/la-fine-di-un-era/. Le mie considerazioni ti trovano d’accordo?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...