Siamo dei mentecatti, o no?

comizioAvevo pronto un ordine di libri su un negozio on-line. Mi servivano pochi euro per arrivare alla cifra che mi consentisse di ricevere la spedizione gratuitamente senza, tuttavia, superare di troppo la cifra, preservando così le mie scarse finanze.

Non so quale sia stata la causa scatenante, ma è tornata alla mia mente un’intervista a Mario Capanna, andata in onda nel maggio del 2006 a “Che tempo che fa”. Ci fu un passaggio di quella discussione con Fabio Fazio che mi rimase particolarmente impresso e che, a distanza di oltre 7 anni, ricordo ancora vividamente. Sono andato a cercare il video dell’intervista e ho scoperto che la discussione partiva da un libro scritto da Capanna e che all’epoca era appena uscito. Lo cerco e lo trovo. E’ un reminder e, da 7,90 € che era il prezzo di copertina, ora costa 2,77 €. Lo aggiungo al carrello e supero la fatidica soglia.

Il libro si intitola: “Coscienza globale. Oltre l’irrazionalità moderna”. E di seguito riporto fedelmente il passaggio dell’intervista (che potrete comunque trovare intera sul sito rai.tv.

«Voglio dire, l’urgano che ha devastato New Orleans un anno fa, tutti hanno convenuto nel ritenere che ha sprigionato una forza distruttiva mai vista prima e proprio perché è una delle conseguenze più rilevanti dei mutamenti climatici. Allora, dove sta l’irrazionalità moderna e la necessità appunto della coscienza globale? L’Unesco si è vista indotta a dichiarare la notte patrimonio dell’umanità. Pensiamoci un attimo freddamente, solo 10 secondi. Allora, noi stiamo bruciando idrocarburi a partire dal petrolio con i quali inquiniamo l’atmosfera al punto tale da provocare mutamenti climatici. Abbiamo la tropicalizzazione del clima nelle nostre zone temperate: alluvioni, eccetera eccetera, poi lunghi periodi di siccità. Dopo di che soffriamo l’inquinamento luminoso nelle grandi città, New York, Milano, ecc. che addirittura scombinano le rotte degli uccelli migratori (e già questo sarebbe devastante). Per cui facciamo tutto questo al punto che non vediamo più le stelle e l’Unesco deve dichiarare la notte patrimonio dell’umanità. Siamo dei mentecatti, o no?”

Annunci

Informazioni su andrij83

Complesso, incantevole, difficile. Ma anche autoritario, arrogante, cinico, megalomane tendente all'egocentrico e un po' stronzo.
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...