Editori. Caso umano. E tutto il resto.

Più libri più liberi“, la fiera della piccola e media editoria indipendente.

Ieri è stata giornata di libri. In realtà una giornata molto breve. Il lavoro redazionale per la chiusura di “Tempi Nuovi” ha chiamato e noi abbiamo dovuto rispondere. Quindi è stato possibile arrivare alla fiera solo per le 17.00. Un orario comunque perfetto per non perdere l’incontro di presentazione della nuova collana delle edizioni e/o, sabot/age, con Massimo Carlotto, Matteo Strukul e Carlo Mazza. Finito l’incontro giro tra gli stand (con inevitabili incontri di amici/compagni del Forum Italiano Movimenti per l’Acqua). Guardare, annusare, leggere. Anche se, purtroppo visto il mio momento economico/finanziario, non comprare. Non comprare perché c’era già qualcosa su cui il turbinio di pensieri e i vari pro e contro si scontravano. Ovvero la serie dell’Alligatore. Già letta, ma non posseduta. E per un feticista (quale sarei io) questa è davvero una cosa al limite della sopportazione. Per cui ci siamo portati allo stand della e/o e lì ho chiesto a Fabiana di intercedere per me. Mai avrei pensato che mi avrebbe fatto fare la figura del caso umano. Per carità, tutto vero, ma insomma, un po’ di privacy. Fatto sta che lo sconto fiera del 20% è stato innalzato al 30% sui sei libri finora pubblicati. In più l’editrice, lì presente, mi ha regalato Malcom di Massimo Cuomo. “Un romanzo per darmi forza e carica” questo pare abbia detto la stessa editrice stando a Fabiana, io ero troppo occupato ad evitare di sembrare davvero un caso umano. Oltre ad un bellissimo poster che troverà sicuramente spazio in una futuribile casa (il tutto documentato nella foto che c’era ad inizio post) e un cd di Ludwing van Beethoven (dal punto di vista dei regali la serata era iniziata bene già fuori dal palazzo dei congressi con una busta del Maxxi datami da una ragazza per la mostra “recycle” con dentro anche un bel quadernino in carta riciclata). In più per Fabiana c’è scappato anche un regalo: Piccoli crimini coniugali di Eric-Emmanuel Schmitt. Inevitabile visto che il giorno prima era il suo compleanno. Così come inevitabile era fermarsi a parlare qualche istante con Carlotto (le cui doti umane avevo scoperto a Padova, durante lo Sugarpulp festival) a cui ho dovuto chiedere di firmare un libro a sua scelta. Ma la mano e la penna erano calde è dunque la firma è stata apposta su tutti e sei. Più uno, “La verità dell’alligatore“, con cui Roberto ha iniziato la discesa nella rota di Carlotto. Ed era anche inevitabile la domanda che Massimo mi ha fatto. Così ho dovuto spiegargli che quei sei libri servivano (o almeno così voglio farmi credere) a riempire un vuoto.
E vabbè, da questo punto di vista questa fiera non mi porta fortuna. Già l’anno scorso avvenne qualcosa che mai avrei voluto succedesse mentre ero lì. E quel vuoto non si riempirà mai, già lo so. L’unica cosa è che si tratta di un vuoto pieno di ricordi, di pensieri, di sensazione e di affetti.

Giornale permettendo domenica si tenterà un’altra capatina alla fiera. Come sempre accade in questi casi, se ciò dovesse avvenire, ci saranno aggiornamenti.

———————-

Mentre scrivevo questo post ascoltavo i CSI, Consorzio Suonatori Indipendenti, di cui questa canzone è una delle tante perle:

Il mio amore per i CCCP – Fedeli alla Linea e successive evoluzioni viene da lontano. E nasce da Gianni Maroccolo. In assoluto non c’è gruppo per cui io vivo che possa avvicinarsi ai Litfiba. Ci farò un post a parte prima o poi e dunque qui non mi dilungo (iscrivetevi per ricevere gli aggiornamenti automatici dal mio blog se vi interessa). E Maroccolo per me è “il musicista“. Da qui nasce la mia passione per gli ex alfieri della musica melodica emiliana e del punk filosovietico, comprese successive evoluzioni soliste. E sì, lo devo ammettere, mi piace ancora anche Giovanni Lindo Ferretti di cui oltretutto ho comprato e letto i suoi due libri: “reduci” e “bella gente d’appennino“.

Annunci

Informazioni su andrij83

Complesso, incantevole, difficile. Ma anche autoritario, arrogante, cinico, megalomane tendente all'egocentrico e un po' stronzo.
Questa voce è stata pubblicata in books e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...