Nuove vie che si aprono

«Se mi rilasso collasso, mi manca l’aria e l’allegria». Così canta la Bandabardò in una delle sue più popolari e, forse, anche più belle canzoni.

E la stessa cosa vale anche per me. Stare fermi è un’impresa che non mi appartiene. Così, chiusi alcuni capitoli della mia vita (la laurea triennale e l’esperienza di lavoro al Comune di Pomezia), se ne sono aperti di altri.

La laurea specialistica, in ambito di studio. Diverse altre strade, in ambito professionale. Già negli ultimi tempi di lavoro al Comune era iniziata la collaborazione con Latina Oggi. Ad aprile due nuove vie si sono aperte.
La prima riguarda Attac Italia. Attac sta per Associazione per la Tassazione delle Transazioni finanziarie e per l’Aiuto ai Cittadini. In Italia, fin dalla sua nascita nel 2001, ha sempre prodotto “il granello di sabbia” un quindicinale di approfondimento. Uno strumento utile ed interessante per chi si interessa di temi legati all’economia, alla politica, alla geopolitica e spera di leggere queste realtà anche da altri punti di vista. Uno strumento però utilizzato forse male. Inviata nel corpo di una e-mail così da risultare lungo e stancante (circa 16 pagine una volta stampato). Dunque, per il decennale dell’associazione, la sfida era quella di ridare nuova vita al “granello”. Ragiona, guarda, osserva, studia. Il risultato è stato quello di renderlo mensile e monotematico, con qualche piccola aggiunta a margine. Di dargli una veste grafica più affascinante e meno pesante da leggere. Un’operazione in evoluzione visto che per farlo ho dovuto mettermi a studiare QuarkXPress (il programma che uso per l’impaginazione), ma che ha dato in parte i suoi frutti. Almeno stando ad alcuni feedback ricevuti. In termini di visite sul sito e di pareri “reali”.
Questi sono i quattro numeri de “il granello di sabbia” usciti finora (cliccando sull’immagine sarete rimandati alla pagina corrispondente al numero del granello dove potrete poi scaricarlo in pdf):

L’altra via che si è aperta è stata quella di “Tempi Nuovi“. A Marzo, la crisi economico-finanziaria mondiale si è abbattuta anche sulla realtà imprenditoriale che editava “L’Ardeatino” e affini. Da quell’esperienza era però nata la voglia di avere un proprio giornale. Qualcosa di nuovo e diverso rispetto al panorama editoriale locale. E diverso è già a partire dalla grafica curata da un grafico (scusate il gioco di parole) con sprazzi di genialità, ma anche dal nucleo fondatore, la cui età media è 28 anni (e i collaboratori tendono ulteriormente ad abbassarla). Questo è “Tempi Nuovi”. Di seguito, l’editoriale e il primo numero. Cliccando sarete rimandati su Issuu dove potrete sfogliare digitalmente il giornale!

Perché Tempi Nuovi?
Un giornale di informazione e di servizio

Tempi Nuovi, perché? Perché un altro giornale a Pomezia ed Ardea? E soprattutto, cosa c’è di così “nuovo”? Ce lo hanno chiesto in molti in questi giorni. Le risposte potrebbero essere le più diverse, la nostra è una sola: il desiderio di dare corpo ad un giornale tutto nOstro, ma che sia soprattutto dei cittadini; la voglia di introdurre elementi di novità laddove le cose sembrano essere sempre uguali a se stesse. Partiamo così, con l’entusiasmo del “tempo nuovo”, quello che viviamo con questa avventura e quello che vogliamo portare nel panorama editoriale locale. Nasce così Tempi Nuovi, una testata che richiama iniziative nobili (si chiamava così infatti la rivista fondata nel 1922 da uno dei più lungimiranti tra gli imprenditori italiani, Adriano Olivetti) e che già dal titolo detta quello che sarà l’indirizzo editoriale del nostro periodico. Un modo diverso per portare a casa dei cittadini di Ardea e Pomezia le notizie che arrivano dal territorio: punteremo sull’approfondimento tenendo sempre d’occhio il modello di un’informazione di servizio, che insieme alla denuncia possa essere anche capace di indicare soluzioni.

Le sezioni

Approfondimenti ed inchieste: ad aprire le pagine sarà la notizia di copertina, il tema del mese che analizzeremo in tutti i suoi aspetti, dalla pura notizia di cronaca ai risvolti politici, sociali, culturali ed economici. Poi la politica: Tempi Nuovi nasce come un giornale equidistante dai partiti politici ma che non rinuncerà per questo ad inserirsi all’interno della discussione politica locale. Il nostro obiettivo è quello di dare spazio alle vicende politiche delle due città e allo stesso tempo cercare anche di “fare opinione”, non solo con i nostri editoriali ma anche dando spazio agli interventi che arrivano dagli esponenti politici del territorio.

La sezione centrale è tutta dedicata alla cronaca che arriva da Pomezia, Torvaianica, Ardea e Tor San Lorenzo, anche qui senza tralasciare indicazioni su servizi (e disservizi) e le informazioni utili al cittadino.

Spazio poi alla cultura e allo sport ed anche ad una sezione dedicata all’economia, che aspira a dare informazioni sulle aziende locali e a mettere in evidenza le imprese “sane”, capaci di differenziarsi e di invertire il declino economico di questo territorio.

Un lavoro che ogni mese porteremo a termine grazie ad una redazione giovane e in primo luogo grazie al sostegno delle aziende che punteranno su questo giornale per farsi pubblicità. Perché Tempi Nuovi sarà distribuito gratuitamente e potrà contare solo sul sostegno del tessuto produttivo e commerciale locale, ma soprattutto sull’affezione dei cittadini che sceglieranno di diventare nostri lettori.

TN La Redazione

Annunci

Informazioni su andrij83

Complesso, incantevole, difficile. Ma anche autoritario, arrogante, cinico, megalomane tendente all'egocentrico e un po' stronzo.
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...