Se guardi e basta non potresti mai pensarlo

Intanto, devo scusarmi con me stesso. Avevo scritto un altro post stamattina e aspettavo solo di aggiungere una cosa per pubblicarlo. Poi però sono andato a Roma oggi e un vecchio ricordo mi è tornato alla mente. Un ricordo impossibile da non condividere. L’altro post lo caricherò domani.

Tornando dall’università, visto che il treno era perso, ho deciso di passare da Feltrinelli a Piazza della Repubblica e da Mel Bookstore in Via Nazionale. Non che abbia bisogno delle mega librerie. Semplicemente sono alla disperata ricerca di un libro che dovrei studiare per un esame e che, semplicemente, è fuori catalogo. Dunque è molto più probabile che si possa trovare tra le migliaia di testi che questi due negozi hanno, piuttosto che nella “piccola” libreria di tutti i giorni. Per la cronaca, non l’ho trovato.

Ora, se c’è una cosa che mi piace di Piazza della Repubblica, sono i tanti chioschetti di libri usati. Starei – e sono stato – ore ed ore a spulciarmi i titoli, gli autori, a sfogliarli e a sentire quel buonissimo odore di carta vecchia e ingiallita. A volte trovo impossibile che in Italia i libri usati si trovino solo e soprattutto su questi banchi e che non ci siano librerie che invece li vendano, affiancandoli a quelli “nuovo”. Comunque, purtroppo oggi andavo di fretta e non mi sono potuto fermare. Però passarci davanti mi ha riportato alla mente un vecchio ricordo.

Era l’inverno del 2009 e aveva appena smesso di piovere. Saranno state le 7 di sera. Per tornare a Pomezia dovevo prendere il treno delle 20.07, quindi avevo tutto il tempo di fermarmi a cercare qualcosa da comprare.
Mentre ero intento a tirar fuori libri, a leggere le quarte di copertina e le prime pagine, un signore con il motorino si ferma, parcheggia e si avvicina alla bancarella. Elegante, con abito gessato, avrà avuto una cinquantina d’anni. Il classico dirigente di uno dei mille uffici di Roma.
Pensai che magari anche lui avesse del tempo e che volesse quindi mettersi a cercare un libro. Del resto, i banchi dei libri usati non fanno distinzione di classe.
Ed invece si dirige ad un altro settore del banco, a circa un metro da me. Quello dove ci sono i dvd pornografici. Guardandolo avrei potuto pensare di tutto, ma questo mi sarebbe venuto difficile. Lo vidi passarli in rassegna accuratamente, sfogliandoli come si farebbe con i cd in un qualsiasi store di “Ricordi“. Ogni tanto ne tirava fuori uno, guardando la copertina e poi il retro. Non saprei dire se leggesse qualcosa (cosa si può leggere di un dvd porno, la trama?) o solo se guardasse con attenzione le immagini. Alcuni li rimetteva a posto, altri li teneva. Alla fine ne prese tre. Si rimise il casco, rimontò in moto e partì.

Chissà che serata interessante avrà passato con la moglie?!

Per la cronaca, io per 3 € comprai “blues, ballate e canti di lavoro afroamericani” della newton compton editori. Un bel libro, pubblicato il 31 gennaio del 1976.

—————————

E visto che si è accennato al blues, sarebbe un peccato non ascoltarlo.
Dunque, una canzone di Robert Johnson suonata da Eric Clapton: Crossroad.

Annunci

Informazioni su andrij83

Complesso, incantevole, difficile. Ma anche autoritario, arrogante, cinico, megalomane tendente all'egocentrico e un po' stronzo.
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Se guardi e basta non potresti mai pensarlo

  1. carmine zannella ha detto:

    Se guardi e basta …….(e forse compri)

    Prendo spunto dal racconto di Andrea, per considerare l’accaduto dal punto di vista del piccolo commerciante di libri usati (visto che anch’io sono un’ambulante). Osservo che il cliente interessato ai libri che con molta cura cerca tra tantissimi titoli e forse prima o poi (si spera) troverà quello che potrebbe interessargli. Nel frattempo arriva un signore, vestito elegante, si dirige sicuro al settore suo preferito: dvd pornografici, e dopo un rapido esame dei titoli e trame sceglie con sicurezza tre dvd pagandoli molto di più che i 3 € spesi da Andrea. L’ammontare dell’incasso di quei pochi minuti, avrà permesso al piccolo commerciante di ammortizzare i costi che ogni giorno deve sostenere per poter vendere la sua merce, e, fortunatamente non vende solo libri.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...