Goccia a goccia

Mi trovo davvero a mio agio quando si parla di movimenti per l’acqua. Forse perché ci sono dentro fin dalla nascita. Era il 2006 e mi ero appena allontanato da Greenpeace per avvicinarmi ad Attac. Leggo su “il manifesto” la pubblicità della V Università Popolare di Attac Italia che si sarebbe tenuta ad Urbino dal 6 all’8 dicembre. Decido di partire, da solo. E il mio battesimo ufficiale nell’Associazione e, di conseguenza, nel Forum Italiano Movimenti per l’Acqua, nato poco tempo prima.

Nasce il Comitato Locale di Pomezia di Attac e dopo poche settimane siamo già impegnati nel sostenere l’iniziativa popolare di legge per l’Acqua Pubblica.

L’attività prosegue. Organizziamo incontri sul territorio. Volantinaggi. Partecipiamo alle assemblee nazionali. Entriamo nella discussione sul referendum. Ricordo le ore di discussione anche all’interno del Comitato Nazionale di Attac. Le tante perplessità. Una enorme matassa da sbrogliare. Alla fine la scelta è stata quella giusta. Proporre i referendum. Un milione e quattrocento mila persone firmano. Anche in questo caso ci sono/ci siamo.

E ora è la volta della campagna che porterà al voto. Il Comitato Referendario Nazionale ha lanciato diversi modi per promuovere il referendum. Su due di questi abbiamo voluto puntare anche noi. Così sabato, essendo al Rialto (sede nazionale del Forum Italiano Movimenti per l’Acqua e di Attac Italia), per un Comitato Nazionale dell’Associazione, mi caricherò 150 bandiere e 200 spillette. Domenica mattina è prevista una Critical Mass. E tutti avranno la possibilità di acquistare una bandiera (a 5 €) da appendere al proprio balcone e una spilletta (a sottoscrizione) da mettere sulla propria giacca/borsa/pantalone.

Vi aspettiamo. Perché la campagna per l’acqua pubblica è un’azione collettiva. E solo tutti assieme si può portare a casa uno dei più grandi risultati degli ultimi decenni.

Annunci

Informazioni su andrij83

Complesso, incantevole, difficile. Ma anche autoritario, arrogante, cinico, megalomane tendente all'egocentrico e un po' stronzo.
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...